Reti

La migrazione del record mx può essere dolorosa se non eseguita in modo opportuno.

Mi capita spesso di dover girare il record mx di un dominio e mi capita altrettanto spesso di trovare clienti preoccupati di tale operazione.

La paura più grande durante lo spostamento del record mx è: perdo le mail?  Mentre la seconda paura è: per quanto non posso inviare le mail?

Posso già dirvi che agendo in modo opportuno non si perdono le mail e si riduce al minimo il tempo di migrazione (in poche ore) !!

Come si agisce?

Come in tutte le cose la pianificazione è il segreto di tutto…. chi ben pianifica è a metà dell’ opera.

Io solitamente la migrazione di un recod mx la pianifico così:

  1. Reperimento informazioni
  2. Pianificazione temporale.
  3. Tecnologia utilizzata.
  4. Soluzioni alternative.
  5. Sistemi di monitoraggio.

Le esigenze possono essere molteplici e derivano dalla situazione in cui ci si trova. Ma vediamo le varie fasi:

Reperimento informazioni:

In  questa fase reperisco tutte le informazioni che mi servono per spostare il record mx.

Solitamente chi mi fornisce lo spazio email è in grado di darmi tutte le informazioni necessarie che solitamente sono:  ip e dominio su cui migrare il record mx.

Pianificazione temporale:

Mi organizzo per effettuare la migrazione nel week-end (da venerdì sera a domenica sera).

Prima di iniziare con la procedura di migrazione vado ad impostare un TTL (time to live) basso.

Impostando un TTL basso vado ad informare i server dns mondiali di aggiornare più velocemente mio record mx cambiato.

Nota: la modifica del tempo di TTL non viene recepita subito dai server dns ma solo dopo l’ ultim0 tempo impostato .

Tecnologia utilizzata:

Vado a capire a priori che tipo di servizi utilizzo per  modificare  il record mx (Es. Cpanel, Webmin, Isp, soluzioni proprietarie, ecc..) .

Subito dopo devo informarmi sulla procedura esatta per cambiare il record mx.

Soluzioni alternative:

In caso di problemi mi preparo sempre soluzioni alternative.

Per esempio se ho la possibilità di avere il vecchi sistema di posta disponibile lo lascio on line fino a migrazione completata oppure imposto a priorità più alta un’ altro server di posta già configurato.

Sistemi di monitoraggio:

Monitoro l’ andamento della migrazione tramite un servizio on line efficiente. Solitamente utilizzo whatsmydns.net.

Operando in questo modo non si perde nessuna email e il nuovo ip viene aggiornato nei server dns nel tempo impostato nel TTL (nell’ 80 per cento dei server dns mondiali).

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post comment